Bormio

Bormio by: Eduards Pulks

Bormio by: Eduards Pulks

Situato in Alta Valtellina, nel cuore delle Alpi, Bormio gode di un incredibile fascino, merito della sua storia, dall’accoglienza dei suoi abitanti e dell’incantevole posizione, che regala ai turisti momenti indimenticabili. Le rinomate Terme e le stupende piste da sci, la rendono meta prediletta durante l’inverno, ma non solo, esseno Bormio immerso nel Parco Nazionale dello Stelvio, anche d’estate eccitanti escursioni attirano gli sportivi di tutto il mondo.

Per gli appassionati della neve consigliamo la località sciistica Bormio Ski, tra i primi comprensori sciistici italiani, si va dai 3.012 metri della Cima Bianca ai 1.225 metri di Bormio: una sciata infinita che non ha eguali su tutte le Alpi! Sede dei Mondiali di Sci Alpino nel 1985 e nel 2005 e di 46 gare di Coppa del Mondo, Bormio Ski,  gestisce una ski area con 50 km di piste servita da un parco impianti moderno e funzionale: 3 seggiovie quadriposto ad agganciamento automatico, cabinovia con vetture a 8 posti della portata di 2.800 persone all’ora, e funivia Bormio 2000 – Cima Bianca, “Whitelady 3000″. Il sofisticato impianto di innevamento artificiale poi è pronto ad accendersi per garantire l’innevamento sull’ 80 % dei tracciati.

Bormio Ski è in grado di soddisfare sia gli sciatori più esperti con discese impegnative come la pista Stelvio, per vent’anni capitale mondiale della discesa libera maschile, sia gli sciatori meno avanzati con piste di media difficoltà e campi scuola per i principianti.  E per gli amanti degli sport estremi sulla neve, Bormio offre due aree freeride di grande attrattiva, Vallone e Posto degli Sciatori, ed uno snowpark: Snowpark Bormio, lungo 500 metri per 150 metri di dislivello, location ideale per gli appassionati di sci e snowboard freestyle.

Per chi invece si reca a Bormio in cerca di pace e tranquillità, rimarrà estasiato passeggiando per le vie del paese, dove l’atmosfera del passato torna subito alla mente: Piazza del Kuèrc, dove un tempo si tenevano assemblee del popolo, la Torre delle Ore, la collegiata dei Santi Gervasio e Protasio con il suo imponente organo del 1697, le antiche stüe in legno nelle case e i portali scolpiti, inoltre nella piazzetta Buon Consiglio, sulla Casa Giacomelli-Compagnoni è ancora possibile ammirare il più antico stemma nobiliare della Contea di Bormio. La ricca storia di questo ambito luogo si può riscoprire anche all’interno del museo civico di Palazzo de Simoni nella celebre via Roma.

Le celebri Terme di Bormio sono raggiungibili seguendo la strada che porta allo Stelvio, immergersi nelle acque termali dei Bagni Vecchi è un’esperienza indimenticabile, è possibile vivere momenti speciali che donano un armonioso benessere fisico e psichico; la bellezza della cornice naturale, i profumi della natura e le melodie del bosco offrono sensazioni uniche e senza tempo. Un tuffo nella storia lungo oltre duemila anni, dai Bagni Romani alle grotte secolari che conducono a una delle sorgenti millenarie, fino alla vasca panoramica all’ aperto a picco sulla conca di Bormio. Emozioni uniche al mondo attraverso un’ immersione nella storia alla scoperta di un benessere che non ha età. I Bagni Romani conosciuti fin dal I secolo a.C., i Bagni dell’ Arciduchessa d’ Austria che soleva passare periodi estivi ai Bagni Vecchi di Bormio, la Grotta Sudatoria di San Martino che conduce a una delle sorgenti nel cuore della montagna, i Bagni Medioevali e i Bagni Imperiali.

Gli amanti del moderno e del relax troveranno ciò che cercano ai Bagni Nuovi, il centro Terme e Benessere Bagni Nuovi, annesso al Grand Hotel Bagni Nuovi di Bormio, si articola con differenti percorsi termali fatti di aromi, luci, immagini e colori tutti naturali, oltre trenta differenti servizi e sette vasche all’aperto utilizzabili tutto l’anno. Il percorso inizia nei giardini, inondati dal calore e dalla luce del sole sin dalle prime ore del mattino sino al tramonto, prosegue attraverso un moderno tunnel minimalista e si conclude nel seminterrato in stile liberty del Grand Hotel. Nei Giardini di Venere vi è il percorso rigenerante, la Grotta di Nettuno offre il percorso disintossicante, i Bagni di Giove quello acquatonico – rivitalizzante ed i Bagni di Ercole il percorso rilassante. L’accesso per gli ospiti dei due hotel del Resort è compreso nel prezzo del soggiorno. Il servizio è aperto anche agli ospiti esterni e ai bambini di età superiore ai 5 anni accompagnati dai genitori.

E dopo una giornata piena e rilassante, niente di meglio di una cena tipica  dove poter assaporare la cucina valtellinese, semplice e genuina, ricca di sapori antichi, di un gusto forte, ma allo stesso tempo delicato, che presenta piatti dai morbidi e avvolgenti sapori in grado di soddisfare i palati più raffinati.