Bergamo

Bergamo, città mirabellissima!” Così scriveva un viaggiatore veneziano del ‘400 che attraversò le terre lombarde.

L’immagine della città, alta sul colle, vista dalla pianura mentre ci si avvicina distinguendo a poco a poco i particolari del suo mirabile profilo, tra torri e campanili, è ciò che accoglie il turista, quando si supera la principale porta nelle mura, dedicata a Sant’Agostino, l’incontro con la città sul colle è lo stesso di quattro secoli fa: al di là del passaggio, la monumentale fontana di candido marmo e al centro il getto d’acqua fresca della sorgente che rappresentava per il viaggiatore la ricchezza e l’abbondanza della città.

Bergamo by: David Castañón

Bergamo by: David Castañón

Il nome di Bergamo deriva da Bèrghem:insediamento sul colle”, sul quale svariate popolazioni si stabilirono a partire dal II millennio a.C.. Tutte le fasi delle vicende storico-politiche della città sono celebrate nei musei locali e hanno lasciato il segno nell’architettura urbana e nell’arte. L’impronta del passato più forte è rappresentata dall’imponente opera difensiva delle Mura Veneziane, che ancora oggi cingono Bergamo Alta, la città antica arroccata sul Colle, fatta di torri, campanili e cupole, contraltare romantico a Brgamo Bassa, più dinamica, imprenditoriale e moderna.

Piazza Vecchia è un’altro scorcio ammirevole, l’equilibrio tra il vuoto della piazza, unificato dalla pavimentazione a grandi quadrati, e l’allineamento degli edifici, sormontati dalla mole della torre civica, o Campanone è perfetto: un immenso punto esclamativo di pietra, verso il quale convergono le linee della piazza,
momento generic cialis online culminante di questa mirabile architettura è la sommità della torre.

Cappella Colleoni, Bergamo di : Nico Trinkhaus

Cappella Colleoni, Bergamo by: Nico Trinkhaus

Un palcoscenico dove storia e leggenda, grandi personaggi e artisti, si muovono e fanno parlare di sé. Essere sorpresi nel chiaroscuro della loggia sotto il palazzo della Ragione, dalle maschere dell’immortale Arlecchino e canadian pharmacy in manitoba del suo compagno d’avventure Brighella, nati da un’antica tradizione bergamasca. E ancora la Cappella Colleoni, meraviglioso gioiello che, se pur soffre della prospettiva per l’angustia degli spazi esterni, affascina e incanta grazie al raffinatissimo gioco cromatico dei marmi e delle decorazioni della facciata. Al suo interno la tomba del condottiero Colleoni, una rielaborazione delle monumentali tombe gotiche i cui caratteri più spiccatamente rinascimentali sono riconoscibili nei bassorilievi e nelle sculture, testimonianza delle straordinarie capacità plastiche dell’Amadeo la cui fastosità non deve far dimenticare la bellissima tomba della figlia Medea.

Per godere di una buy generic viagra online vista a 360 gradi sullo meraviglioso panorama sui tetti della città, sulla pianura e sulla catena delle Alpi Orobiche annunciata da verdissime colline è possibile raggiungere la cima della torre del Campanone con un veloce e modernissimo ascensore.

La Città Alta, icona di Bergamo, scrigno di gioielli architettonici unici al mondo, è sede di post graduate degree in pharmacy in canada musei e pinacoteche, vicoli e negozi antichi, ristoranti caratteristici e botteghe, e convive in sintonia con la Città Bassa, dove la moda e il design, la vita mondana e l’imprenditoria la fanno da padroni.